I gusti del Tè

Tè Verde

Viene anche detto Tè non fermentato ed è per questo motivo che le foglie non vengono sottoposte a tale procedimento e che conservano il loro colore verde, producendo un infuso chiaro e profumato.

Il sapore della pianta e del suo nutrimento viene così trasmesso durante il processo di infusione conferendo al Tè il suo tipico sapore delicato. Al gusto morbido si associano le proprietà toniche, diuretiche, depurative e antiossidanti che conferiscono a questa bevanda un posto d’onore.

Ricca di flavonoidi, catechine, tannini, teofillina, vitamine del gruppo B, minerali e amminoacidi trova un’associazione ideale con l’armonia di un testo fluido ma in costante movimento che talune volte può irrompere in un turbine per quietarsi in breve.

Tè Bianco

É uno dei Tè più preziosi e ricercati, viene ancora oggi raccolto con le tecniche di un tempo quando i germogli sono ancora chiusi per prevenirne la fermentazione. È considerato il più puro perché subisce pochissima lavorazione mantenendo intatte le sue proprietà naturali. Contiene solo una minima concentrazione di caffeina e ha molti polifenoli, antiossidanti, vitamina C ed E inoltre protegge il cuore e regola la pressione sanguigna.

Dal colore chiaro e delicato unito alle sue decise proprietà si accomuna facilmente ad una lettura sentimentale dove la passione colora le pagine in un viaggio tra mente e cuore.

Tè Nero

Forse il principe dei Tè, sicuramente il più diffuso, dal sapore intenso e deciso. Le numerose fasi di lavorazione sono necessarie per esaltare il più possibile le proprietà di questo infuso che sprigiona una notevole dose di caffeina e antiossidanti conferendo alla bevanda una particolare carica energetica. Le proprietà antitumorali e di prevenzione di ictus si accompagnano alla particolare stimolazione della concentrazione.

Il caratteristico e lungo processo di lavorazione, che conferisce l’inteso sapore e l’aspetto scuro, lo rendono un piacevole compagno nelle letture lunghe dove la storia ha inizio da un rivolo d’acqua per evolvere in innumerevoli corsi che si intrecciano con forza fino a far perdere le tracce di un percorso che non sembra essere definito ma che alla fine trova il suo epilogo in un frastagliato delta dove le acque dolci incontrano l’oceano.

Tè Rosso

È un particolare infuso di origine sudafricana che, a differenza degli altri tipi di Tè non contiene caffeina e il contenuto di tannini è molto basso, ciò permette all’infuso di mantenere il sapore dolce anche dopo diverso tempo. La presenza di vitamina C, sali minerali e antiossidanti nonché l’azione contro i radicali liberi gli conferisce l’appellativo di “elisir di lunga vita”.

Dal colore rosso e aroma dolce è un giusto compagno per romanzi coinvolgenti in cui il morbido fluire delle parole sviluppa una storia piacevole.

 Tè Aromatizzato

È un infuso che arricchisce un Tè Verde, Nero, Bianco o di altri tipi con elementi naturali di ogni genere. La lavorazione e le proprietà rimangono quelli della base sulla quale nasce accrescendo l’aroma con fiori, agrumi o spezie che sviluppano sapori più complessi.

Si possono distinguere due procedimenti: quello tradizionale cinese che consiste nell’aggiungere alle foglie di Tè petali o boccioli di fiori che alla fine verranno tolti e si chiamano Hua Cha (Tè ai fiori) o Hsiang Pien (Frammenti Profumati), l’altro metodo prevede l’aggiunta alle foglie di Tè di oli essenziali e in questo caso il numero degli aromi possibili è amplissimo.

Esiste un terzo metodo che arricchisce l’aroma del Tè confezionando le foglie in bucce d’arancia intere precedentemente svuotate, essiccate al sole e affumicate e infine essiccate in forno. Questo Tè, prodotto a Taiwan, si chiama SuanHsiangTsu (Scatola Acida).

Gli innumerevoli profumi, gusti e colori portano i Tè aromatizzati ad essere la giusta cornice di un romanzo fantastico dove la storia spicca il volo in sella a un drago dalle mille scaglie lucenti, dove fate, elfi e orchi vivono un’avventura che solo l’inchiostro è in grado di far vivere.

Oolong

Sono i Tè che subiscono un parziale processo di ossidazione e quindi hanno un colore più o meno scuro e producono infusi più corposi e dal sapore più intenso.

Il nome deriva dal cinese Wu Long (Drago nero) ed è la varietà di Tè che si usa nella cerimonia Gong Fu o con le tipiche tazze coperte chiamate Chung o Gaiwan. Le foglie destinate a produrre Tè semifermentati non vengono raccolte troppo presto e vengono invece lavorate subito.

Ricco di antiossidanti, sali minerali, polifenoli e caffeina presenta un particolare beneficio per la pelle, nel controllo del peso e nel contrastare l’azione dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento cellulare e riducendo lo stress.

Tra il Tè Nero e il Tè Verde trova il suo spazio nell’accompagnare storie avventurose con una trama sempre in movimento mescolando il reale al magico come la realtà nasconde il velo magico dell’oriente.

Condividi sui social