Il collezionista di ossa – Jeffery Deaver

  • Titolo: Il collezionista di ossa.
  • Autore: Jeffery Deaver.
  • Casa Editrice: Rizzoli.
  • Pagine: 441.
  • Genere: Romanzo Thriller.

Dopo l’incidente Lincoln Rhyme ha solo un desiderio, morire.

Finalmente il giorno dell’appuntamento con il dottor Berger è arrivato, il campanello della porta introduce l’ingresso di colui che finalmente potrà aiutarlo a passare oltre ma considerando l’orario è in netto anticipo.

Nella confusionaria stanza dell’ex detective Rhyme compare il vecchio collega Lon Sellitto. Il dipartimento di polizia ha bisogno di te, sono le pesanti parole che vengono scagliate contro Rhyme ma la risposta è pronta e tagliente, sono un civile ora.

Quella mattina è stato scoperto un cadavere semi seppellito vicino ai binari del treno e alcuni strani indizi sono stati trovati sulla scena del crimine, peccato che la “figlia del portatile”, così viene chiamata l’agente Amelia Sachs, abbia creato un casino fermando un treno in transito e una delle arterie principali della città.

Rhyme accetta il caso ma ad una condizione, l’agente Sachs dovrà essere i suoi occhi e le sue gambe, lui vuole lei e nessun’altro.

Così Amelia conosce Rhyme e insieme saranno coinvolti nella folle corsa alla ricerca del Collezionista di ossa.

Jeffrey Deaver ci porta nella caotica New York sulle tracce di un pericoloso serial killer e nel dettagliato e affascinante mondo della scientifica criminale. Il collezionista di ossa, che ha dato voce ad un fantastico Denzel Washington nell’omonimo film, è una corsa contro il tempo, le descrizioni dettagliate mostrano le scene nei minimi dettagli proiettando il lettore al fianco dell’agente Sachs.

Il Collezionista di ossa è un’opera definita nei minimi particolari, si vede una profonda e professionale ricerca dei dettagli che tuttavia non sfocia mai nel lento e noioso ma rimane sempre veloce e piacevole.

Il detective Lincoln Rhyme accompagna le sue riflessioni con un brandy di qualità mentre io vi consiglio una bevanda decisamente meno forte ma comunque intensa. Un prezioso infuso di Tè Nero può essere il giusto compagno per Il collezionista di ossa.

Buona lettura e buon Tè.

Roberto B.

Condividi sui social

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.