Il progetto fantasma – James Rollins e Grant Blackwood

  • Titolo: Il progetto fantasma.
  • Autore: James Rollins e Grant Blackwood.
  • Casa Editrice: NORD.
  • Pagine: 393.
  • Genere: Romanzo Thriller.

Tucker Wayne, un ex ranger degli Stati Uniti, e il fedele amico Kane, un pastore belga, dopo aver servito per anni il Paese in Afghanistan e ovunque lo mandassero a risolvere un problema ha deciso di prendersi un po’ di tempo per girare l’America e curare le ferite che la guerra lascia dentro ogni uomo.

Con Kane al suo fianco non poteva desiderare compagnia migliore, di lui si fidava e lo rispettava sia come essere vivente ma soprattutto come soldato, tante, troppe volte si erano salvati la vita a vicenda.

La loro gita nel parco naturale di Yellowstone dovrà aspettare perché Jane ha bisogno di lui, qualcuno sta cercando di ucciderla e la sua amica Sandy Conlon è sparita da tre giorni. Lei e Sandy facevano parte di un gruppo di lavoro para-governativo segreto, Jane non può spigare a Tucker i dettagli del progetto, non perché non si fida di lui ma perché ogni membro conosceva solo la piccola parte di propria competenza, il livello di segretezza era il massimo.

Tucker è ancora innamorato di Jane, anche se sa che lei si è sposata e ha un figlio, decide di aiutarla e inizia a indagare sulla scomparsa di Sandy.

Le ricerche lo porteranno in un arsenale a Redstone, in Alabama, dove l’agenzia Tangent Aerospace, cura gli interessi riguardanti la sicurezza del nuovo gruppo di lavoro. La prima ispezione alla casa vuota di Sandy lo metterà in contatto con gli operatori della sicurezza dell’agenzia e ben presto scoprirà a quali nuove e potenti armi Jane e Sandy stavano lavorando.

Ad aiutarlo sarà un vecchio commilitone, il Sergente Capo Frank Ballenger, un cervellone dei computer che identificherà alcuni strumenti che nella storia faranno da protagonisti: droni.

Tucker e Frank riusciranno a sfondare le difese della Tangent e Nora si unirà al gruppo per aiutare Frank con la gestione di Rex, il drone che riusciranno a rubare. Da qui una storia sempre in movimento, un’avventura che corre tra gli Stati Uniti, il Messico e le isole dei Caraibi dove servizi segreti, interessi personali e soldi sono gli ingredienti ideali per un lettore affamato.

James Rollins e Grant Blackwood hanno creato una storia avvincente e in continuo movimento traendo dalle più moderne tecnologie, droni volanti e terrestri, spionaggio dell’informazione, guerra elettronica e manipolazione dei media, una trama fluida e piacevole disegnando quello che in parte sta già succedendo e che un giorno potrà diventare il nuovo campo di battaglia.

Come Kane accompagna Tucker nella storia il prezioso aroma di un Tè Nero si rende un compagno ideale per la lettura di Il progetto fantasma.

Roberto B.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.