L’ipnotista – Lars Kepler

  • Titolo: L’ipnotista.
  • Autore: Lars Kepler.
  • Casa Editrice: TEA.
  • Pagine: 585.
  • Genere: Romanzo Thriller.

Il Dottor Erik Maria Bark, l’ipnotista, viene svegliato dalla suoneria del suo cellulare. Non è facile riprendere piena coscienza del mondo che ti circonda quando per dormire si prendono tanti sonniferi. Una voce con un forte accento finlandese si presenta come Joona Linna, commissario della sezione criminale. Nonostante il medico di turno all’ospedale Karolinska, nella città di Solna in Svezia, sia una sua amica e un medico di assoluto rispetto, il commissario vuole lui perché solo lui può fare ciò che Joona Linna ha in mente.

Erik si alza e dopo aver dato un’occhiata a suo figlio Benjamin esce di casa senza sapere che da quel suo gesto le cose prenderanno una brutta piega.

All’ospedale Erik incontra il commissario che senza troppe lungaggini chiede al dottore di ipnotizzare il ragazzo che è stato ricoverato quella notte. Josef Ek era stato ritrovato nel salotto di casa, unico superstite della furia omicida di un pazzo criminale, all’appello manca la sorella maggiore e Joona deve capire dove si trova perché è convinto che l’assassino la stia cercando per finire il lavoro.

Erik infrange il giuramento che aveva fatto dieci anni prima, quando i suoi studi sulla tecnica dell’ipnosi per la cura dei traumi gravi erano stati chiusi dalla direzione dell’ospedale. Ciò che Josef Ek dirà sarà uno shok. Da quel momento una scintilla comincerà ad ardere nel sottobosco fino a creare un immenso incendio. Erik Maria Bark dovrà scavare nel suo passato per scoprire chi ha preso suo figlio e perché. La sua famiglia sarà distrutta a causa di ciò che un tempo accadde ma è indispensabile riscoprire il passato per evitare ciò che probabilmente accadrà nel futuro.

Alexander Ahndoril e Alxandra Coelho, sotto lo pseudonimo di Lars Kepler scrivono a quattro mani un capolavoro del thriller. La storia si articola armoniosamente tra passato e presente, la calma trasmessa nel racconto del processo ipnotico cerca quasi di calare il lettore nel mare onirico usato dal Dottor Bark durante le sue sedute. Data la particolarità del romanzo questa volta ho sentito il bisogno di accompagnare la lettura non con un Tè Nero, come generalmente faccio quando leggo un thriller, ma da un Tè Aromatizzato ai frutti rossi o frutti di bosco in quanto l’aroma forte del Tè Nero ma addolcito dai frutti accompagna in maniera più adatta i passaggi tra l’ipnosi e la realtà.

Roberto B.

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.